L’associazione culturale L’Eptacordio, costituita nel 1998 a Cagliari ad opera dell’allora Presidente Giuseppe Boy, attore e regista teatrale, nasce con l'obiettivo di sperimentare forme espressive, attraverso la fusione di diversi linguaggi artistici, in grado di comunicare emotivamente con un pubblico proveniente da estrazioni sociali, culturali e generazionali diverse.

Da anni promuove la ricerca attoriale, la produzione di spettacoli teatrali e musicali legati alla Poesia e la realizzazione di progetti pedagogici e laboratori teatrali. 

Nel 2007 si apre alla sperimentazione e ricerca artistica attraverso le arti visive. Prende vita al suo interno, a cura della psicologa e fotografa Gisella Congia (attuale Presidente), il filone di ricerca “L’Arte incontra il sociale” in cui la ricerca fotografica diviene strumento per trattare e riflettere su tematiche di rilevanza sociale.

Pian piano l’associazione si apre all’uso delle arti anche in ambito sociale fino a che questo filone, ormai divenuto rilevante all’interno delle attività condotte, determina nel 2011 il cambio di statuto in Associazione di Promozione Sociale.

L’associazione si pone tra le varie finalità, infatti, quella di favorire l’utilizzo dell’arte e della cultura nell’ambito della promozione sociale, della intercultura e cittadinanza, delle pari opportunità, del disagio giovanile e sociale in genere e quant’altro rientri nell’ambito socio-culturale.

 

L’Eptacordio cultural association was founded in 1998 in Cagliari by its former president Giuseppe Boy, actor and theater director. It was born with the aim to experiment expressive forms through the fusion of different artistic languages, able to communicate emotionally with various social, cultural and generational public.

Since years the association promotes the actorial research, the production of theatrical and musical performances linked with the poetry, and the realization of pedagogic projects and theatre workshops.

In 2007 L’Eptacordio opens up to experimentation and artistic research through the visual arts by the psychologist and photographer Gisella Congia (current President), which give birth to "L’Arte incontra il Sociale" research, in which the photographic research becomes a tool to treat and think about social issues.

Gradually the association opens also to the use of the arts in the social contest: this methodology became so important within the conducted activities, that in 2011 this determined the change of status in Social Promotion Association. Among its different aims, in fact L’Eptacordio encourages the use of art and culture in the fields of social promotion, interculture and citizenship, equal opportunities, youth and social unease, and whatever is comprised in the socio-cultural scenario.

 

2013 - LABORATORIO FOTO-BIOGRAFICO "L'ESSENZA DI QUEL CHE SONO"

 

Sinossi laboratorio foto biografico

 

Il percorso foto biografico è un viaggio nella scoperta della propria interiorità, delle proprie emozioni, del proprio posto nel mondo.

Riprendersi da soli, o in alcuni casi nelle proprie relazioni con le figure care o il mondo esterno, mira non solo a far sentire una parte del proprio paesaggio interiore, ma anche la natura dello sguardo che si porta sulla fotografia e sul mondo. Tutta l’attenzione sarà rivolta alla propria esperienza interiore, e questo determinerà sempre un successo, perché non potrà che dire sempre cose importanti di sé. Gli autori potranno scegliere di ritrarsi in rapporto con il tempo o la memoria, raccontarsi nel rapporto socializzato o, su uno sfondo più neutro, lavorare sul proprio concetto di corporeità.

Divenire “artisti di sé” che, sempre più, per meglio rivelarsi scompaiono, per meglio comprendersi si velano, si muovono e si truccano per l’attimo dello scatto, per far durare l’essenza di quel che sono, la ricerca del loro stile (Mariè Cordiè Levy)

 

Conduttrice del laboratorio: Gisella Congia, fotografa e psicologa, curatrice del filone di ricerca fotografica “L’Arte incontra il sociale” de L’Eptacordio associazione culturale e di promozione sociale. 

 

Per info e contatti sui laboratori foto-biografici:

eptacordio@tiscali.it 

070 2345712  -  338 4894613 

 


 

(2012 - Prima edizione svolta all'interno del Progetto Matrioska)

 

Allestimento fotografico a cura delle allieve del

laboratorio foto-biografico

“Le Madri”

 

 

Come spesso accade quando inizio un percorso di laboratorio fotografico, mi sento a disagio nel dover sfatare l’idea, insita negli allievi che incontro per la prima volta, che insegnerò la tecnica fotografica, a impostare la macchina, a allestire la luce in maniera efficace…

Quando inizio a rivelare loro che non farò niente di tutto questo, ma chiederò di imparare a capire quale messaggio vogliono trasmettere e iniziare così a scattare consapevolmente, temo sempre che si alzino e se ne vadano…

Come spesso accade quando inizio un percorso di laboratorio fotografico, loro stanno fermi lì e pian piano colgono l’essenza di ciò che dico e, incontro dopo incontro, mi regalano emozioni, segreti, confidenze, gioie e paure sotto forma di immagini.

Nel laboratorio foto biografico “Le madri”, ho avuto il piacere di incontrare donne, madri e no, che hanno scelto di sperimentarsi con il tema della maternità andando a toccare, con la sensibilità fotografica, che cosa quel tema raccontava di loro.

Mi sento una privilegiata ad aver assistito all’intero processo di maturazione del loro sguardo (interiore e esteriore) che, in un tempo di lavoro brevissimo, si è concesso di abbandonare lo scatto semplice e abituale per andare a ricercare quel “qualcos’altro” capace di raccontare un’essenza.

Spero, insieme a tutte le partecipanti di questo percorso, che i lavori selezionati e messi in mostra possano regalare delle emozioni anche a voi altri, pubblico sensibile.

 

Gisella Congia  

 


Per info e contatti sui laboratori foto-biografici:

eptacordio@tiscali.it 

070 2345712  -  338 4894613