L’associazione culturale L’Eptacordio, costituita nel 1998 a Cagliari ad opera dell’allora Presidente Giuseppe Boy, attore e regista teatrale, nasce con l'obiettivo di sperimentare forme espressive, attraverso la fusione di diversi linguaggi artistici, in grado di comunicare emotivamente con un pubblico proveniente da estrazioni sociali, culturali e generazionali diverse.

Da anni promuove la ricerca attoriale, la produzione di spettacoli teatrali e musicali legati alla Poesia e la realizzazione di progetti pedagogici e laboratori teatrali. 

Nel 2007 si apre alla sperimentazione e ricerca artistica attraverso le arti visive. Prende vita al suo interno, a cura della psicologa e fotografa Gisella Congia (attuale Presidente), il filone di ricerca “L’Arte incontra il sociale” in cui la ricerca fotografica diviene strumento per trattare e riflettere su tematiche di rilevanza sociale.

Pian piano l’associazione si apre all’uso delle arti anche in ambito sociale fino a che questo filone, ormai divenuto rilevante all’interno delle attività condotte, determina nel 2011 il cambio di statuto in Associazione di Promozione Sociale.

L’associazione si pone tra le varie finalità, infatti, quella di favorire l’utilizzo dell’arte e della cultura nell’ambito della promozione sociale, della intercultura e cittadinanza, delle pari opportunità, del disagio giovanile e sociale in genere e quant’altro rientri nell’ambito socio-culturale.

 

L’Eptacordio cultural association was founded in 1998 in Cagliari by its former president Giuseppe Boy, actor and theater director. It was born with the aim to experiment expressive forms through the fusion of different artistic languages, able to communicate emotionally with various social, cultural and generational public.

Since years the association promotes the actorial research, the production of theatrical and musical performances linked with the poetry, and the realization of pedagogic projects and theatre workshops.

In 2007 L’Eptacordio opens up to experimentation and artistic research through the visual arts by the psychologist and photographer Gisella Congia (current President), which give birth to "L’Arte incontra il Sociale" research, in which the photographic research becomes a tool to treat and think about social issues.

Gradually the association opens also to the use of the arts in the social contest: this methodology became so important within the conducted activities, that in 2011 this determined the change of status in Social Promotion Association. Among its different aims, in fact L’Eptacordio encourages the use of art and culture in the fields of social promotion, interculture and citizenship, equal opportunities, youth and social unease, and whatever is comprised in the socio-cultural scenario.

 

SOCI

GISELLA CONGIA


Psicologa e fotografa inizia nel 1994 lo studio della fotografia come autodidatta. 

Nel 2003 scopre l’interesse per la ricerca del simbolo e dell’astratto fotografico che ottiene attraverso la creazione di composizioni di diapositive.

Nel 2005 lavora alla produzione di locandine teatrali e foto di scena. Collabora dal 2006 con l’associazione culturale L’Eptacordio, di cui è attualmente presidente, e da vita al filone di ricerca fotografica "L'Arte incontra il sociale" dove l'uso dell'immagine diviene funzionale all'approfondimento di tematiche sociali. A partire da questa ricerca, nel  2007/2008 inizia la produzione del progetto “Chiuso in Bottiglia. Segni e simboli nella prevaricazione”, traduzione in immagini dei vissuti simbolici di vittime di mobbing e prevaricazione.

Dal 2007 collabora anche in produzioni cinematografiche in qualità di Segretaria d’Edizione e produzione di backstage.

Dal 2008 si occupa di percorsi didattici e laboratori di fotografia, per lo più basati sull’uso creativo dello strumento fotografico e sulla consapevolezza dell’atto fotografico. In quest'ambito, di rilievo sono gli stages  "Vedendo in simboli" condotti all'interno del Festival Percorsi Teatrali del Teatro del Segno dal 2009 a Santu Lussurgiu. Nel 2011 progetta e realizza il progetto video - fotografico "Chiaroscuri nella maternità - L'ambivalenza del divenire madre" sulle ambiguità e disagi che possono caratterizzare la maternità, in collaborazione con la regista Emanuela Cau.

Nel 2012 si forma come educatrice perinatale. 

 

GIUSEPPE BOY

 

Fondatore nel 1998 de L'Eptacordio e da sempre suo Direttore Artistico, attualmente opera tra Cagliari, Bologna e Roma.

Attore e regista, è stato allievo dell' Institutet för Scenkonst, teatro-laboratorio fondato nel 1971 da Ingmar Lindh, uno dei cardini fondamentali della ricerca teatrale europea degli ultimi trent’anni.

Ha partecipato a spettacoli di diverse compagnie sarde e della compagnia danese Exment; ha diretto spettacoli di Origamundi, La Maschera, Teatro Olata, Aura Teatro di Catania e tutte le produzioni de L’eptacordio, fra cui i suoi recital concerto di poesie “Generazione sfortunata”, “Così è” e “Amalgama” e gli spettacoli "Primo Dio", "Emanuel" e "Tra me e te c' è sempre un inverno" (dedicati allo studio di Emanuel Carnevali) e Il Dominio, studio tratto dal saggio del sociologo Georg Simmel, . Ha recitato negli spettacoli “Tra verità menzogna e desiderio” del Progetto Pasolini, prodotto da Institutet för Scenkonst e da Teatri del vento di La Spezia e “Traballando” del Teatro Botanico di Cagliari. Impegnato nella circuitazione a livello nazionale del progetto poetico "Poesie Sparse" Da sempre interessato alla poesia sia come opera letteraria che come forma scenica e musicale, ha collaborato con alcune realtà della scena musicale italiana tra cui gli Acustimantico, Rocco de Rosa e Canio Loguercio e fa parte del gruppo "I 5 Elementi". Come autore ha collaborato alla redazione della rivista telematica Pensamentus e nel 2011 ha pubblicato la raccolta di poesie Autoritratto di un uomo palloso.


SIMONA ZINZULA

 

Psicologa, psicoterapeuta e educatrice perinatale, si inserisce come socia de L'Eptacordio nel 2011 in occasione del progetto l'Arte incontra il sociale dedicato alla maternità.

Da quel momento diviene parte attiva nella progettazione e conduzione delle attività di promozione sociale promosse sul territorio.

 

 

COLLABORATRICI

VALENTINA PALAZZOLO

 

Animatore Socio-culturale ed insegnante di Scuola Materna, dal 2005 partecipa a progetti di prevenzione del rischio con bambini e giovani di aree urbane disagiate.

Master in Cooperazione Internazionale e Sviluppo e Laurea in Studi sullo Sviluppo Sostenibile, dal 2007 al 2009 lavora come Coordinatore del Programma Giovani in Tanzania e nel 2011 come assistente al Project Menager nei Territori Palestinesi Occupati. Collabora con L’Eptacordio in qualità di Coordinatore dei progetti con l’Africa e il Medio Oriente. 

ALESSIA CARTA

 

Educatore extrascolastico, mediatore culturale e consulente della formazione.

Laurea in Scienze dell’educazione e Master in Politiche Sociali e Direzione Strategica per lo Sviluppo Sostenibile del Territorio, Alessia si occupa di Educazione degli Adulti, Lifelong Learning, Didattica e Intercultura. Ha svolto attività di studio e ricerca sul sistema scolastico e il processo di decentramento in Macedonia. Dal 2008 lavora in qualità di Consulente della Formazione nei progetti di Cooperazione Internazionale nei paesi della regione dei Balcani. Collabora con L’Eptacordio come Coordinatore dei progetti nell’area dei Balcani.