PROGETTI IN VIA DI REALIZZAZIONE IN QUALITÁ di PARTNER (2019)

 

Marina Family Friendly – Luoghi e servizi per la genitorialità un ricco programma di iniziative che si propongono sia come momenti e spazi sociali e ricreativi personali, sia come luogo di incontro tra genitori e tra culture. Gli appuntamenti spaziano tra ampie tematiche, con un focus particolare sui temi della genitorialità.

A cura della Cooperativa Si Può Fare Onlus

 Ti castiu e no ti biu è la proposta di un seminario di tipo esperienziale itinerante sul territorio, per lo più inserito in un situazione di attività curriculare scolastico di diversi gradi, per compiere un processo di comprensione e consapevolezza del fenomeno della multiculturalità attraverso l’osservazione e analisi del concetto di “famiglia” tra passato/presente/futuro.

 

A cura della Cooperativa Il Sicomoro


Sguardi Familiari – Prospettive e confronti tra cultura e famiglie (2018)

 

Il nuovo progetto L'Eptacordio che nasce per volontà della Cooperativa Sociale Si Può Fare Onlus, che si occupa sul territorio sardo di migrazione e che, nel Club dei Genitori, ha trovato un interlocutore per immaginare un progetto sul tema “famiglia e migrazione”. Nasce così l’avventura di Sguardi Familiari – Prospettive e confronti tra cultura e famiglie, sviluppato innanzitutto come occasione di relazioni interculturali e di dialogo tra la comunità locale e i cittadini immigrati, attraverso un processo di esplorazione sociale, e in seguito di comunicazione fotografica. Riflettere su un tema tanto importante, controverso, strumentalizzato come quello della migrazione non è stato un compito semplice e per questo, durante questi mesi di lavoro, abbiamo cercato di prefiggerci come obiettivo quello di realizzare qualcosa che fosse semplice, pulito, fresco, immediato. Giocare con il tema della famiglia ci ha permesso di lavorare su un concetto e un’immaginario universale, che inevitabilmente ci accomuna tutti e che, declinandolo sul tema multiculturalità, comprendesse sia racconti di famiglie nelle loro omogeneità culturale che nell’unione di culture diverse, tipico delle famiglie miste. Un’esperienza che ci ha portato a entrare nelle case, conoscere storie, vedere sorrisi e accogliere i pianti di racconti emozionanti e sfaccettati: bagagli preziosi di uno scrigno familiare che si apre. Ci è sembrato così che la cosa più bella fosse poter far conoscere queste famiglie ad altre famiglie… e così abbiamo scelto di affidare il nostro progetto fotografico a uno degli strumenti più comuni eppur adatti a entrare nelle case… un calendario! Ecco che nasce Sguardi Familiari che in 12 immagini accompagna l’anno che verrà, con la storia di altrettante famiglie e che, magari, nell’arco di 12 mesi sarà stimolo di discussione, domande di bimbi, sguardi attenti oppure fugaci su un progetto che guarda alla multiculturalità con un sorriso, con leggerezza, con la sensazione che – se compresa, studiata e letta senza superficialità e nei suoi ampi risvolti relazionali – sia un valore aggiunto in una società e non qualcosa da disdegnare.

Tra gli altri partners del lavoro ci sono la Cooperativa Sicomoro, altra importante realtà del territorio che si occupa di migrazione, e l’Assesorato al Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna. Il progetto è stato curato nelle varie fasi di esplorazione sociale e nella realizzazione del progetto fotografico e grafico da Gisella Congia e Laura Farneti.


I BABY PIT STOP PENSATI PER LA FAMIGLIA (2018)

Da una sinergia tra Comune di Cagliari (assessorati Cultura, Pari Opportunità, Servizi Sociali), Rotaract Golfo degli Angeli e il progetto Il Club dei Genitori dell'Eptacordio nascono a Cagliari tre Punti Sosta Famiglia. Presso il SEARCH (sottopiano del palazzo municipale con ingresso in Largo Carlo Felice 1), la Municipalità di Pirri (via Riva Villasanta 25) e all’interno della Biblioteca di via Montevecchio, le famiglie troveranno a disposizione un fasciatoio nel bagno e una poltrona riservata a chi deve allattare, protetta da un paravento o comunque situata in posizione riservata. 

 


Genitori Equilibristi – Tra agili acrobazie e cadute senza rete (2018)

All'interno della programmazione del Club dei Genitori dell'Eptacordio, torniamo a parlare con altissima qualità del tema della genitorialità, declinandolo con nuove sfaccettature anche sul versante educativo, sociale e interpersonale.

Il fortunato incontro con l’organizzazione del prestigioso Vox Day e il Festival KME ha permesso l’organizzazione di un nuovo evento, ricchissimo di contenuti, ospiti d’eccezione e di approfondimenti.

 

 

 

 

 

 


La Famiglia Mulinostanco

La campagna fotografica urbana di sensibilizzazione sociale (2017)

La campagna fotografica La Famiglia Mulinostanco nasce dalla necessità di riportare alla ribalta dell’ampio pubblico alcuni concetti chiave della vita neogenitoriale, attraverso immagini in grado di raccontare condizioni realistiche della quotidianità genitoriale, ma raramente oggetto di rappresentazione sociale.
Il filo conduttore è la narrazione di situazioni disagevoli, che caratterizzano la quotidianità del genitore, con piglio ironico e burlesco. La mancanza di fasciatoi in luoghi pubblici, la costante presenza di barriere architettoniche, la quasi totale assenza di spazi bimbi nei luoghi di ristorazione, la privacy dell’allattamento, l’utopia di un riconoscimento sociale (e del suo valore lavorativo) del ruolo genitoriale a tempo pieno. Queste le principali riflessioni che si sono volute esplorare, tratte dall’immaginario genitoriale attuale, per promuovere un processo di consapevolezza “family friendly” sull’ampio contesto urbano. La campagna è stata sostenuta dalla Fondazione Sardegna nell’ambito Salute e Prevenzione, con il patrocinio dell’Ordine degli Psicologi, la Società Marcé per la Salute Mentale Perinatale e la sponsorizzazione dell’Intercral Sardegna, il Centro Donna CGIL e il Rotary Cagliari Est. La selezione delle tematiche scelte per la trasposizione fotografica deriva dai risultati di una raccolta dati conoscitiva durata un anno e promossa dal Club dei Genitori, in collaborazione con la Dott.ssa Ester Cois, ricercatrice afferente al DISSI (Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni – Università di Cagliari), sulla percezione dei servizi per i neogenitori a disposizione sul territorio cagliaritano, oltre che dalle testimonianze dirette raccolte in tanti anni di contatto con mamme e papà. La produzione fotografica della campagna La Famiglia Mulinostanco è a cura della Psicologa e Fotografa Gisella Congia, in collaborazione col Photostudio Lepomme di Laura Farneti, ed è studiata e progettata da Il Club dei Genitori.


EVENTO

GENITORIALITA' AL DI LA' DI UNO SGUARDO

 

Maggio 2016

Vetreria Cagliari Pirri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

PRODUZIONE CORTOMETRAGGIO

PRIMO FINALISTA AL CONCORSO IL CINEMA RACCONTA IL LAVORO - EDIZIONE 2012

 

Il progetto documentario "La mamma è il posto fisso" analizza, attraverso la giornata tipo di una donna che svolge il lavoro di madre, le analogie e le differenze tra una qualunque professione e il mestiere di madre. Indaga la possibilità che quest'ultimo, liberatosi dagli stereotipi culturali che lo condizionano, sia apprezzato e riconosciuto sul piano sociale e istituzionale.

 

Film documentario di Emanuela Cau e Gisella Congia

Prodotto da L'Eptacordio e Home Video Produzioni

 


EVENTO MATRIOSKA
La gravidanza e la maternità sono momenti di grande trasformazione nella vita di una donna e possono essere accompagnati da sentimenti ambivalenti. 
Nell’immaginario collettivo però la complessità di queste esperienze è appiattita su un unico modello sociale di “donna che diventa madre”, caratterizzato da una limitata gamma di stati d’animo, sempre armonici e lineari, e veicolato da immagini stereotipate.
Il progetto Matrioska nasce dal bisogno di mettere in discussione gli stereotipi culturali che investono la figura materna, che si scontrano con la realtà quotidiana e sono spesso all’origine di vissuti di colpa e di inadeguatezza. 
Matrioska prevede appuntamenti a carattere artistico-culturale (che si articolano in allestimenti fotografici sul tema e in proiezioni cinematografiche) e di approfondimento pratico, sia attraverso il coinvolgimento di competenze professionali riunite in momenti di dibattito e confronto, sia con attività dedicate alle mamme, ai figli e ai padri volenterosi.
E come in una matrioska, l’involucro esteriore della madre, che nasconde al suo interno una molteplicità di aspetti, si apre per rendere visibile l’invisibile.
Realizzato in collaborazione con:
MEM Mediateca del Mediterraneo - Comune di Cagliari
Biblioteca Provinciale
Sociatà Umanitaria Cineteca Sarda

14 NOVEMBRE 2012 DALLE 18.00 ALLE 20.00

TAVOLA ROTONDA DI APERTURA 

"La realtà oltre i luoghi comuni"

 presso la Società Umanitaria - Cineteca Sarda

viale Trieste 126 - Cagliari

 

 

Ester Cois (ricercatrice e sociologa)– L’idea madre. Riflessioni sulle rappresentazioni e le costruzioni della maternità

Susanna Marongiu (ostetrica)– Il percorso nascita come spazio di confronto fra le donne (gli stereotipi nella gravidanza)

Eleonora Coccollone (primario ostetricia e ginecologia SS. Trinità) – Medicalizzazione e competenze naturali (fisica e psichica) nella donna che partorisce.

Silvio Ardau (pediatra) – Essere madre nel 2012: forza e fragilità, i miti e la realtà.

M.Teresa Portoghese (CPO Regione Sardegna) – Gli strumenti di sostegno sociale a favore delle donne che diventano mamme

Gisella Congia (Presidente Ass.L’Eptacordio) - L’esperienza diretta sul territorio attraverso il progetto video-fotografico “Chiaroscuri nella maternità”

Giulia Mazzarelli (Operatrice culturale Cineteca Sarda) – La rappresentazione della maternità nel cinema


LA FERITA DELL'ANIMA

Ciclo esperienziale

 

Ciclo di incontri dedicati alla rielaborazione emotiva e fisica dei vissuti legati all'evento nascita. 

A cura de L'Eptacordio e dell'associazione Mamai, in collaborazione con Centro Comunale Area 3

(visionabile nella sezione Maternità - Laboratori e Incontri mamme)

 

 

 


MAMMA MODELLO O MODELLI DI MAMMA..?

ciclo di incontri per neo e future mamme

 

L’iniziativa è centrata su attività di scambio e condivisione, in un clima di non giudizio, attraverso l‘apporto di figure facilitatrici e l’uso di tecniche di metodologia partecipata.

È la sperimentazione di uno spazio in cui poter riconoscere senza censure i profondi cambiamenti mentali, emotivi, fisici e relazionali che investono una donna che diventa madre. In particolar modo si pone l’accento su un percorso di gruppo che partendo dalla percezione degli stereotipi sociali, cristallizzati su una figura materna spesso idealizzata, arriva alla creazione e condivisione di un nuovo modello nel quale riconoscersi più adeguatamente. Contemporaneamente, si promuove la continuità della rete sociale tra donne, molto spesso iniziata nel percorso della gravidanza (grazie all’apporto dei percorsi nascita) ma in genere di difficile prosecuzione nell’esperienza del dopo nascita (immediato e nel lungo termine).

Prevede la realizzazione di 4 incontri (della durata di 2 ore e mezza circa), rivolti alle mamme, ma anche alle donne gravide che sentono di volersi confrontare su percepiti della gravidanza. 

 

Ciclo di incontri dedicato alle mamme - Aprile 2012 

A cura de L'Eptacordio in partecipazione con Assessorato alle Politiche Sociali di Cagliari e Centro Comunale Area 3

 

 In collaborazione con l' Assessorato ai Servizi Sociali della Provincia di Cagliari

 


PRESENTAZIONE PROGETTO

VIDEO FOTOGRAFICO

"Chiaroscuri nella maternità

L'ambivalenza del divenire madre"

Settembre 2011 - Cagliari

 

 

 

 

 

In collaborazione con:

Commissione Pari Opportunità della Provincia di Cagliari

Ufficio di Parità della Provincia di Cagliari

Intercral Sardegna

e con il patrocinio del Comune di Cagliari

e O.N.D.A., osservatorio nazionale per la salute della donna

 

(Progetto visionabile cliccando sul link)

 


Evento MATERNITA'

 

 

Organizzazione, in collaborazione con l'Intercral Sardegna, della prima tavola rotonda sul tema dei disagi nella maternità, con trattazione della tematica su 15 pannelli concettuali allestiti in mostra.

Ottobre 2010 - Cittadella dei Musei (CA)